Giochino …

Giochino
Ho tradotto, con il mio inglese un po’ farlocco, una serie di frasi estrapolate da testi di canzoni:
Il gioco consiste nell’indovinare autore e titolo del brano, non so se sia difficile, spero non troppo e nemmeno troppo poco.
Tenete presente che:

  • le canzoni appartengono a grandi autori o gruppi
  • sono canzoni memorabili
  • stanno in dischi notevoli
  • la traduzione non è perfettamente letterale, ho cercato di rendere il senso, peraltro il senso che penso abbiano io, che di inglese ne se poco.
  • vince chi ne azzecca di più e più velocemente, quindi se ne trovate una è meglio postare subito la soluzione.
    1. Penso sia meglio chiamare Giovanni, ché sembra che non siano venuti qui per portare la posta

    2. Quando ero giovane e pieno di grazia, spiritato – un serpente a sonagli
    3. Alcuni sono matematici, alcune sono maritate a carpentieri, non so come tutto questo sia cominciato, non so che cosa ne stiano facendo delle loro vite
    4. Attenzione, non guardare dal lato sbagliato, vedrai navi che cadono dal cielo, chi ti ha infilato quell’unghia nell’occhio? Mi fai venir voglia di piangere
    5. Cammini lungo la strada spingendo via le persone, hai fatto i bagagli e da sola vuoi andare, non vuoi niente, non vuoi nessuno dalla tua parte, cammini da dura ma, bambina, stai andando alla cieca
    6. Preso tra le stelle ritorte, le linee tracciate e le mappe errate che portarono Colombo a New York
    7. La stanza era buia, come se qualcuno avesse dovuto uscire velocemente, la finestra sulla scala anti incendio aperta
    8. L’altra sera stavo facendo l’amore con una ballerina mia amica e non riuscivo ad andare a tempo perché lei viene ogni volta che piroetta su di me
    9. Io credo che sia così – e le ricerche lo provano – che chi ha fottuto suore prima o poi si unirà alla chiesa.
    10. Numero nove. Numero nove. Numero nove.
    11. Loro dissero:- C’è troppo caffeina nel tuo sangue, ed una mancanza di autentico sale nella tua vita.

    Dimenticavo il premio, dottori:
    Si vince un buono per una seduta di psicanalisi, non come paziente (che sarei io), ma nel ruolo di dottore.