Walter lo stakanovista?

Tutti a chiedersi, ma come fa, ma dove trova il tempo per scrivere, con tutti gli impegni che ha il sindaco di Roma, eccetera eccetera.
Bene, dottori, per cercare una risposta a questi interrogativi che attanaglianano le fervide menti di tutti i migliori critici italiani, il vostro Zuck è andato da Feltrinelli e, aiutato dallo spirito dell’inventore del metodo sperimentale, ha raccolto gli ultimi tre volumi pubblicati da Walter Veltroni.
Con i potenti mezzi scientifici a sua disposizione, senza perdere tempo per andare in un laboratorio acconcio, ha proceduto in loco, cioè su un divanetto della suddetta libreria alla misurazione dello sforzo che il magnifico sindaco della città eterna deve aver compiuto negli ultimi anni.
Nella tabella seguente ci sono i risultati delle misurazione che, come tutti sanno, sono sempre affette da un errore sperimentale.

Titolo Pagine Righe Battute Caratteri
Senza Patricio 124 30 45 167400
Forse Dio è malato 135 30 45 182250
La scoperta dell’alba 150 30 45 202500

Tornato a casa, per avere un parametro di confronto attendibile, Zuck ha estratto dalla sua scalcagnata libreria l’Urania numero 1504, in cui il vostro beneamato ricordava di aver visto il regolamento di un concorso per romanzi. Qui sotto vengono riportati i requisiti che deve avere un romanzo per partecipare al concorso.

Pagine Righe Battute Caratteri
Minimo 250 30 60 450000
Massimo 350 30 60 630000

Come si evince dalle nude e incontrovertibili cifre, il grande stakanovista e instancabile Walter Veltroni dovrebbe sommare tutti e tre i romanzi o saggi che ha prodotto negli ultimi anni per arrivare ai requisiti MINIMI per partecipare ad un qualunque concorso per romanzi.
D’accordo, d’accordo, la quantità non è tutto, dottore, ha ragione. Ma sulla qualità i metodi scientifici non possono nulla.

One thought on “Walter lo stakanovista?”

  1. …Però, per difendere il mio “mitttico Zindaco”, posso dire che ha scritto un romanzo bellissimo. Proprio su un musicista. Lui è pazzo del jazz, veramente pazzo. E, quel poco che ho letto, mi è piaciuto davvero tanto.

    Botte piccola, ottimo vino.

    Bassina 🙂

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.